La prestigiosa rivista ha giudicato lo scatto il migliore nella categoria «mondo animale». «L’ho fatto nel giardino di casa mia, in un giorno di tormenta»

La Patagonia? Qualche remota  foresta equatoriale? Un fondale marino? No, per  il National  Geographic la foto più bella del 2018 che ha per soggetto  un animale è stata scattata   in un giorno di tormenta nel  giardino di una casa di Terni. Il «clic» premiato ritrae un esemplare di verdone, un uccellino poco più grande di un passero che con tutte le sue forze tenta di resistere  alla violenza  del vento,  del gelo  e  della neve. L’autore è David Francescangeli, 40 anni, professione informatico in un ente collegato alla Regione Umbria e  con due  grandi passioni  per il  tempo libero: la natura e  la  fotografia.  La sua  immagine  è  stata  giudicata la migliore  in un  lotto di  circa  20.000  partecipanti al concorso nella categoria «mondo animale».

I giorni della tormenta

David Francescangeli è ancora  disorientato  e divertito  dall’improvvisa  quanto inaspettata notorietà: «Anche a me viene da sorridere al pensiero che  la  maggior parte  delle altre foto in concorso  è stata  realizzata in luoghi esotici e difficili da raggiungere, mentre io il soggetto vincente me lo sono trovato sulla soglia di casa».

https://www.corriere.it/animali/19_febbraio_04/david-francescangeli-sua-foto-piu-bella-il-national-geographic-2018-ritrae-uccellino-terni-e57a8828-288b-11e9-a9a8-f8d43e37edc8.shtml?intcmp=googleamp

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *