Carlo Grechi, L’isola delle Femmine
A cura di Romina
Guidelli
DAL 19 AL 26 GENNAIO 2016
VERNISSAGE MARTEDÌ 19 GENNAIO 2016 ORE 18.30

Nei giorni successivi al vernissage la mostra sarà visitabile dalle 16.00 alle 19.00.
Sabato 23 e domenica 24 solo su appuntamento.
Info per appuntamenti: mob.+39 331 1312576 mob. +39 349 5202413

SPAZIO CIMA
Via Ombrone 9 Roma – www.spaziocima.itinfo@spaziocima.it tel.+39 06 85302973  mob.+39 331 1312576
Info mostra: rominaguidelli@hotmail.it – mob. +39 349 5202413
www.carlogrechi.com

In collaborazione con COMUNE DI CERVETERI Assessorato allo Sviluppo Sostenibile del Territorio

Dopo il successo della prima tappa della mostra a Palazzo Ruspoli a Cerveteri, promossa dall’Assessorato allo Sviluppo Sostenibile del Territorio del Comune di Cerveteri, nel mese di dicembre 2015, la mostra L’Isola delle Femmine di Carlo Grechi s’inaugura a Roma presso Spazio Cima sito in via Ombrone 9, nella splendida cornice del quartiere Coppedè. La nuova tappa della mostra prevede l’esposizione di una selezione delle opere dell’artista divise tra disegni e dipinti, incluse opere inedite non esposte nella prima data di dicembre. L’Isola delle Femmine offre un’importante panoramica sul lavoro del maestro Grechi, un excursus guidato da un allestimento che avvicina il pubblico al pensiero lirico e alla poetica del segno di un artista in continua ricerca, ispirato dall’immagine della donna come simbolo di un delicato ma potente universo in “rivoluzione permanente” ma “fedele alla sua linea”, perfetta ispirazione per il di-segno di Grechi.

In occasione del vernissage del 19 gennaio, sarà presentato al pubblico l’ultimo catalogo dell’opera dell’artista.

“E’ il mistero dell’immortalità dell’opera che alle donne di Grechi sembra non bastare. Bellissime, eteree, divine e sospese. Autentiche e carnali, pronte a barattare giovane bellezza per un respiro o  un passo fuori dalla carta o dalla tela … Nell’opera del maestro vive la traccia di una storia di umana natura: femmina. L’evocazione dello spirito donna è affidata al gesto da cui Grechi genera il segno. L’ombra e la luce si perdono nell’acqua che diluisce uno sguardo nato dalla china, quando incontra il mare … La postura è esatta ma mai immobile, mai “troppo bella” quell’anatomia  normale dipinta da Grechi; armonia purissima della forma libera bloccata all’apice di un gesto in divenire … Davanti al desiderio di ritrarre l’immagine di un universo impalpabile e complesso, la carta pesa e il tratto s’inspessisce nella ripetizione: sicuro, sovrapposto, trascinato nell’acqua per descrivere lo scintillio di un umore affinché l’opera regali l’impressione dell’espressione. Leggerissima la carta che sostiene le femmine di Grechi, come il pensiero che le accompagna con continua ricerca. Leggero come il respiro che, se ti avvicini all’opera, puoi sentire: vento o brezza leggera, a seconda dell’umore. A seconda del mare visto da un’isola”.
Romina Guidelli

Nota biografica Carlo Grechi: Carlo Grechi si iscrive nel 1969 alla Scuola delle Arti Decorative poi, nel 1971, alla Accademia Libera del Nudo. Dal 1975 al 1977 frequenta il corso di Grafica e Tecnica della Comunicazione Visiva allo IED. Nel 1982 fa esperienze d’incisione con Ugo Attardi al Convento occupato e successivamente con Nino Palleschi alla Four for Art. Pittore, illustratore e grafico ha partecipato dal 1970 a numerose mostre collettive. Presentato in catalogo da Mario Lunetta in occasione della sua prima personale alla Galleria il Babuino nel 1981. In campo  editoriale ha progettato libri, calendari, locandine, manifesti, e collaborato con periodici a diffusione nazionale, illustrando tra l’altro racconti di R.Tilton, A.Tofanelli, C. Bukowski, D. Bellezza. Dal 1990 ha il suo studio a Cerveteri dove vive e lavora.
Selezione Mostre Personali recenti: 2002 Immagina Fiera d’Arte Contemporanea, Reggio Emilia; 2003 Vecchie strade e antichi sentieri, Palazzo Valentini Provincia di Roma; 2004 Immagina Fiera d’Arte Contemporanea, Reggio Emilia; 2005 Calendario Ceretano (Acquarelli) Case Grifoni, Cerveteri; 2006 Opere recenti Galleria Four for Art, Roma; 2007 Vitarte Fiera d’Arte Contemporanea, Viterbo; 2008 Vitarte Fiera d’Arte Contemporanea, Viterbo; 2008 Profumo di Donna, Galleria Arte Profumi, Roma; 2009 Profumo di Donna, Biblioteca Comunale, Manziana; 2010 Fair Vernice Fiera d’Arte Contemporanea, Forlì; 2010 Figure, Museo Nazionale Cerite; 2010 Profumo di donna, Loro Piceno, Torre Civica; 2011 Acquarelli, Sparkasse, Fuerstenfeldbruck; 2012 Opere su carta Biblioteca Comunale Cerveteri;  2013 Figure, Casa Circe, Roma; 2014 Profumo di Donna, Casa Internazionale delle Donne, Roma; 2015  L’Isola delle Femmine, Palazzo Ruspoli, Cerveteri.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *